Archivi del mese: luglio 2012

Dolce estivo: cuore di pesca

Nel caso non ve ne foste accorti fa caldo. Di accendere il forno proprio non se ne parla,ma i dolciomani non si fermano davanti a niente!

INGREDIENTI: (per 8 mini budini)

  • pesche per 500 ml di frullato
  • una tazzina di vino bianco o spumante
  • 100 g di zucchero ( lo potete comunque aggiustare secondo i vostri gusti e il sapore delle pesche)
  • 100  ml di panna
  • 2 fogli di colla di pesce
  • zucchero q.b. per il caramello

Sbucciare e frullare le pesche, metterle in un pentolino insieme allo zucchero e allo spumante. Lasciarlo sobbollire per qualche minuto.

  Nel frattempo mettere in ammollo nella panna i due foglietti di colla di pesce e preparare il carmaello. Per il caramello basta far scaldare lo zucchero (circa 60-70 g) in un pentolino, senza acqua. Ricordatevi che più il caramello è scuro più è amarognolo. Una volta pronto, versatelo immediatemente nello stampo. Dopo di che verserete anche le pesche. (scusate la foto idiota) Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi mettete in frigo per almeno 4 ore. Questo è il risultato:

Buon appetito!

V.

Categorie: Cucina che ti passa! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 16 commenti

Le riviste femminili: tutto quello che vorresti sapere,ma anche no!

L’ultima rivista che ho comprato risale a quando avevo più o meno 13 anni e si chiamava Cioè. Ora mi ritrovo sul tavolo della cucina questo coloratissimo Cosmopolitan che mi promette: “Tutto sugli uomini” e “Come moltiplicare il piacere”. Le prime venti pagine contengono un 90% di pubblicità nella quale, per fortuna,non ci sono solo modelle che ti fanno vergognare della tua esistenza,ma anche modelli che risvegliano l’ormone già abbastanza sveglio.

Finalmente si arriva agli articoli. Quelli iniziali in realtà sono dei mini articoli con delle super dritte su cosa è più cool,su cosa mettono le star,come si pettinano,come si depilano,bla bla. Finalmente arriva, a pagina 50,dopo altra pubblicità e pubblicità mascherata da consigli per essere felici (ad esempio avere il rossetto delle linea di Monica Bellucci o queste fantastiche scarpe , alla modica cifra di 100 euro), l’articolo principale, quello a cui è dedicata la copertina della rivista. Parla di Miranda Kerr e dei suoi 4 mantra per essere quella che è. Lei è cosi . E per essere così,mie care ragazze,dovete fare solo 4 cose:

  1. Impegnati a mantenere viva la tua relazione. (lei è sposata con Orlando Bloom) Si scopre che hanno avuto bisogno di mettere un po’ di pepe nella relazione. Mah.
  2. Impara ad amare l’esercizio fisico. Lei dice di avere poco tempo e quindi fa solo pilates,pesi e almeno 3 tipi diversi di yoga. Tutto questo mentre il figlio gioca sul pavimento (se come no).
  3. Battiti per quello in cui credi. (oppure batti per quello che vuoi)
  4. Nutri il tuo corpo.  E per nutrire s’intende seguire una diete in base al gruppo sanguigno (lei è A se avete bisogno di una trasfusione,non si sa mai)…EEEEEEH?!?!?

Dopo altra pubblicità e articoli che insegnano come vincere in amore (ma cosa si vince?Un peluche?),arriva la parte divertente: ben 2 articoli dedicati al sesso. Come lettrice media di questo tipo di giornale, vedo una donna di età compresa tra i 30 e i 50 anni. Suppongo inoltre (e lo spero anche per la cara lettrice media) che almeno qualche esperienza sessuale nel corso della vita l’abbia avuta e non debba ricorrere ai consigli dati dalla rivista.  Primo articolo “Regalagli un orgasmo da 30 secondi” (no bè,parliamone,dipende come si comporta prima!).

  • “Vai con le fantasie piccanti”. Penso che questo giochino si impari verso i 14 anni. Leggendo però mi accorgo che ancora peggio di quello che credevo. Consigliano di iniziare ad eccitarlo già dalla mattina facendo balletti sexy davanti allo specchio…io alla mattina è già tanto se mi tiro su dal letto. La cosa fantastica è la frase ad alto contenuto erotico che dovremmo dire a cena “Vedi come sto divorando questo pezzo di carne? È perchè ho fame di te…”. Se dovessi dire una cosa smile scoppierei a ridere sputacchiando pezzettini di cibo qua e là. Molto sexy! Ma poi perchè dovrei impiegare una giornata intera ad eccitarlo?!Della serie:racchia datti da fare che se qui  vuoi scopare devi iniziare i preliminari almeno 10 ore prima.
  • “Usa il metodo toccata e fuga”.  Si tratta di toccarlo in determinati punti,metà dei quali provocherebbero solletico anzichè piacere!
  • “Usa il trucco dello stop-and-go per concludere con il Big Bang”. Nozioni elementari che spero che una 30enne o più conosca. Ma attenzione!Potreste stimolarlo troppo e il povero uomo si spaventerebbe iniziando a giocare al poliziotto,dicendo:” Mani in alto dolcezza,stai lotana dalla mia pisotola!”.

Qunti porno trash si sono guardati per scrivere questo articolo? Il secondo sull’argomento sesso estremo secondo Cospmopolitan parla di questa venditrice porta a porta di giochini erotici. Deve essere un lavoro fantastico. Peccato che le donne intervistate avessero la conoscenza del sesso pari a quella di un adoloscente, non osavano nemmeno pronunciare la parola “pene”.

Ora si passa ad una serie di articoli su quanto sia bello essere single e poi,tra varie pubblicità,si arriva ad una parte,lunga una sessantina di pagine, sullo stile e la moda. Ovvero cosa comprare in qualunque ambito:dalle scarpe alle creme,vestiti,dove andare in vacanza,10 articoli sul perchè prendere il sole,perchè non prenderlo e come prenderlo. Il fatto è che tutti questi gentili consigli sono generalmente piuttosto costosi. Servizi fotografici con abiti stupendi, ciascuno dei quli vale almeno metà di uno stipendio medio. Ma non solo devi essere relativamente ricca per poter seguire questi consigli,ma anche magra. Un delizioso articolo ti dice cosa puoi indossare al mare in base ai tuoi difetti o pregi. Alla sezione “soluzioni per il punto vita” (ovvero: se c’hai la panza) compaiono splendidi costumi interi,simili a quelli che porta mia nonna. Meno male! Mi aspettavo una frase del tipo: indossa quel che vuoi ed esci quando il sole è già calato! Nemmeno gli uomini vengono lasciati in pace: secondo Cosmopolitan necessitate di almeno 9 prodotti diversi per il corpo (compreso un rassodante chiappe).

Infine, stufa, mi balza all’occhio l’ultimo titolo assurdo:”5 cosa da fare senza nulla addosso”. La cosa più bella è che dovrei lavare i piatti nuda. La domanda sorge spontane:perchè?!

E non perchè dovrei bagnarmi da capo a piedi mentre lavo i piatti,ma perchè uno deve spendere 2 euro e 20 per leggere queste cose!

V.

 

 

Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 35 commenti

Giorno 30. Un libro che ti ha commosso

Siamo all’ultimo giorno…e questo mi fa commuovere! Spero vi siate divertiti quanto me,spero di avervi dato qualche consiglio utile per le vostre letture! Veniamo a libro.

Mia nonna mi trovò sul letto a piangere come una bambina e credeva che il mio moroso mi avesse lasciato (ma perchè quando una ragazza piange deve essere necessariamente per un ragazzo!?). Invece era “solo” un libro!

Preparatevi ad altri “30 giorni di…”,anzi si accettano suggerimenti sull’argomento!

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 20 commenti

Giorno 29. Un libro che devi ancora leggere.

UNO?!?!??!?!?!? Allora…sto leggendo Norwegian wood,in coda ci sono La ragazza con l’orecchino di perla, Molto forte incredibilmente vicino e i libri di Efraim medina Reyes.

Voi cosa state leggendo?

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , | 19 commenti

Giorno 28. Un libro che farai leggere ai tuoi figli.

Non gli farò leggere un libro. Ai miei figli insegnerò ad amare i libri, tutti. Insegnerò loro ad apprezzare le pagine ruvide dei vecchi libri e le copertine sgargianti delle ultime edizioni. Impareranno ad avere gusti propri e proprie opinioni. Non dirò mai “No,non te lo compro ne hai già tanti”, avranno sempre un libro sul comodino. Leggeranno Baricco e lo detesteranno per il semplice fatto che a me piace,ma scriveranno le sue citazioni sul diario di scuola. Leggeranno Tolkien, mentre io gli nasconderò “Cent’anni di solitudine” nello zaino. Mia figlia mi ruberà la mia bella edizione di “Orgoglio e pregiudizio”,mentre mio figlio mi nasconderà tutti i libri di autori giapponesi così non li dovrà leggere. La mia famiglia andrà il libreria. Forse anche il mio cane avrà un libro da leggere.

 

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

Giorno 27.Un libro che vorresti aver scritto.

In realtà tutti i suoi libri sono geniali (Non è successo niente e Nero. in particolare),ma questo…

[A proposito c’è qualcuno che me lo vende ad un prezzo decente? È introvabile, mi toccherà rubarlo in biblioteca!]

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

A te.

Prima o poi le cose vanno affrontate. Anche se non vuoi, anche se eviteresti volentieri perchè fa male.

Quando la chiave, all’ultima mandata, ha fatto scattare la serratura e la porta si è aperta ho sentito il peso dei ricordi annebbiarmi la mente. Era tanto tempo che non entravo in quella casa: il tempo era immobile, statico,non è stato toccato quasi nulla. Solo strati di polvere a ricordarti che ormai sono passati quasi sei mesi. Ogni cosa ha il tuo odore, ogni oggetto la sua, anzi la tua, storia. Non sapevo da che parte iniziare, cosa sistemare in quella enorme casa ormai quasi abbandonta.

Ad ogni passata di straccio, ad ogni scatolone sistemato, nella mia mente si organizzavano ed incastravan ricordi. La poltrona su cui ti sedevi per leggermi la Divina Commedia, i vocabolari di latino che sfogliavamo insieme e che mi assicuravano sempre un bel 10, le foto di noi nipoti e i nostri giochi che ci siamo passati di cugino in cugino. I tuoi occhiali pieni di nastro adesivo, i piatti ancora nel lavabo, le centinai di libri sparsi un po’ per tutta la casa,i tuoi vestiti ancora nell’armadio, i segni sul muro, il capello da Dartagnan con cui giocavo, le bambole vecchissime della zia, le cuffie per ascoltare la tv, il tuo pettine e i tuoi fermagli.

Era tutto li, come se tu non te ne fossi andata e dovessi tornare da un momento all’altro. Era tutto li, ordinato e pulito,come i ricordi. Era tutto li come se aspettasse di essere messo via.

L’utima volta che ho sentito la tua voce ti ho detto di no. Stupidamente perchè credevo di essere nel giusto, di proteggerti. Hai fatto i capricci come una bambina, forse lo sapevi che sarebbe stata la mia ultima occasione per essere una brava nipote. Ma io sono stupida: credevo di avere tutto il tempo del mondo. Viviamo nell’illusione dell’ immortalità nostra e altrui, perchè vivere diversamente  non sarebbe vita, ma solo terrore.

Poi sono rimasta sola in quella casa. E ho avuto paura. Non osavo avvicinarmi alla tua stanza, la mente gioca brutti scherzi. Lucidavo la credenza come si lucida la propria anima sporca.

Ho pensato spesso di venire al cimitero. Solitamente adoro questo genere di posti, spesso mi sono ritrovata sulla strada che porta li. Mi immaginavo percorrere quel viale sotto il sole cocente, sentivo perfino il caldo sulla pelle, il rumore dei sassolini sotto le mie scarpe. Poi improvvisamente la macchina è andata da un’altra parte. L’ultima volta che sono venuta, che poi è anche la sola, indossavo un piumino di due taglie più grandi. Sprofondavo nel suo abbraccio morbido,mentre il cappuccio mi cadeva sugli occhi. Salutavo mentalmente la signora seppellita nella tomba a fianco. Non si piange, dicevo. E non ho pianto, mai.

Abbracciate chi amate. Un giorno vi troverete a pulire la loro casa e a domandarvi dove avete nascosto tutto il dolore.

V.

Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , | 15 commenti

Giorno 26. Un libro che conosci da sempre

È il libro della mia adolescenza, il primo che mi ricordo di aver amato sul serio.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti

“È uno specchio, questo mare. Qui, nel suo ventre, ho visto me stesso. Ho visto davvero.”

Categorie: Foto | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 5 commenti

Giorno 25. Un libro che hai scoperto da poco

  Follia-McGrath

Un manicomio, psichiatri, un amore, un’ ossessione. Passione. Stupendo.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 11 commenti

Blog su WordPress.com.