Archivi del mese: giugno 2012

Giorno 11. Un libro che prima amavi e ora odi

Non ce ne sono. Perchè un libro o lo ami o lo odi e siccome nella sua perfezione (o imperfezione) resta immutato, lo restano anche i miei sentimenti. Quindi cambierò la domanda in: un libro che odi? In realtà non odio il libro, ma l’autore. Mi sta immensamente sulle palle. Caro Bukowski orge, necrofilia,tette e altro non impressionano proprio nessuno!

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | 12 commenti

Le prospettive del corpo, gli elenchi puntati.

Non sapevo perchè mi piacessero gli elenchi puntati, sino a quando non ho visto riflessi nello specchio, mentre passavo veloce nel corridoio di casa, i miei capelli, solo i miei capelli, che formavano una rapida onda bionda che veloce scopariva. Mi piacciono, gli elenchi intendo, perchè posso raccontarvi dei piccoli istanti del tempo lunghissimo che vivo. È come se vi mostrassi tante fotografie del mio corpo, senza mai mostravi l’insieme: il sorriso appena accennato sulla mia bocca, la spalla lasciata nuda dalla spallina che veloce scivola sula pelle abbronzata, l’incavo del collo con quel piccolo neo, le mani che si tuffano nel biondo dei capelli per scostarli leggermente. Momenti, istanti, frammenti che in un qualche modo formano qualcosa di intero, di unitario. Una persona, una vita.

  • Quando scrivo certe cose signifaca che ho appena letto un libro che mi è piaciuto molto. Non posso parlarvene ora, devo aspettare il giorno 14.
  • Ho trovato un blog di una ragazza che racconta le sue avventure nel mondo della tv e in particolare tra i casting per partecipare al progrmma “Veline” . Io le ho chiesto molto educatamente e senza malizia il perchè di questa sua scelta. Insomma: “Perchè vuoi fare la velina?”. Visto i miei post trascorsi su questo argomento sembra che io abbia qualcosa contro questa categoria, ma non è così,non del tutto per lo meno. Ero sinceramente curiosa. Il mio commento è in attesa di moderazione da 5 giorni. Il coraggio delle proprie scelte.
  • Non so se lo sapevate,ma ieri l’Italia ha vinto. Nella piazza della mia città sembrava fosse caduto un dittatore o roba simile. La gente è impazziata. Sta volta non me la prenderò con il calcio,ma con gli Italiani. 1) Tutti amici quando l’Italia vince,tutti nemici duranti il campionato di serie A. 2)Cazzo avete tanto da festeggiare che se le cose continuano così andrà bene se riusciremo a permettercela una tv! Si, lo so, sono pesa.
  • Una mia amica ha ricevuto un mazzo di fiori da un ammiratore anonimo. Eh si,un po’ sono invidiosa e quindi anche cattiva. E’ una palla esser donne sapete,uomini? Voi al massimo siete invidiosi dell’ultimo videogioco uscito che tanto si sa,prima o poi, ve lo comprerete anche voi e ciaociao invidia.
  • Non sto qui a spiegarvi come ho tirato fuori ‘sta cosa,ma se voi foste un libro(non già scritto) che libro sareste? Io sarei un del tipo: “I Malavoglia” come leit motive di tutto il racconto, con animate scene alla Bukowski intercalate a pensieri ansiogeni da “I dolori del giovane werther”. Una palla insomma.
  • So che nessuno lo farà,ma comunque. Siccome si parlava, oltre che di elenchi puntati,anche di scorci della propria persona…bè,io vi metto un mio scorcio.Aspetto i vostri.

V.

Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 24 commenti

Giorno 10. Un libro del tuo autore preferito

È il libro che più amo di Marquez. Non solo è magnificamente scritto (come tutti i suoi libri),ma racconta un amore vero che deve fare i conti con la realtà,il tempo,gli istinti naturali e il sesso. È qualcosa di vero.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | 12 commenti

Qualcosa da mettere sotto i denti mentre si guarda l’ultima partita dell’Italia

Carissime donne, pronte a perdere i vostri uomini per 90 minuti (sperando che non si vada ai supplementari)? Suppongo che molti di voi si ritroveranno a casa di qualcuno per soffrire insieme, quindi per arginare almeno un pochino la disastrosa serata vi propongo un piatto veloce e gustoso, il TORTINO DI VERDURA E BESCIAMELLA.

INGREDIENTI:

1 rotolo di pasta sfoglia già pronta

3-4 zucchine medio grandi

3-4 patate medio grandi

200 ml di besciamella

150 g di prosciutto cotto

pancetta in cubetti

grana

[Infornare a 180° per 20 minuti, 10 a forno ventilato 10 a forno statico]

Cuocere gli zucchini ( non completamente, ma lasciandoli appena crudi) e bollire le patate. Prendere una teglia abbastanza profonda e stendervi la sfoglia.

Mescolare la besciamella, le zucchine a rondelle e la pancetta, stenderli sul fondo e ricoprire con fette di prosciutto cotto. Aggiungere altra besciamella e ricoprire il tutto con le patate fatte a fettine sottili. (Altra besciamella sopra! La adoro, nel caso non si fosse capito!)

In alternativa, con gli stessi ingredienti potete fare un altro tipo di tortino.

Schiacciate le patate con lo schiaccia patate e in un pentolino mescolatele con un goccio di latte e la besciamella. Stendete il tutto sul fondo della teglia, ricoperta con la sfoglia. Stendete ora il prosciutto e cospargetelo di besciamella. Ricoprite ora con gli zucchini (precedentemente mescolati con la besciamella), aggiungete grana a piacimento.

Primo risultato:

Secondo risultato:

Buon appetito e buona partita!

V.

Categorie: Cucina che ti passa! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Giorno 9. Il libro che ti ha fatto crescere

È una domanda difficilissima. Il problema è che tutti i libri ti lasciano qualcosa,ti arricchiscono e per me cresce significa anche questo. Alla fine ho deciso di fare una foto alla mia libreria, che contiene per lo più i libri che adoro.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , | 11 commenti

A questo nostro amore.

A questo nostro amore,

nato tra le lenzuola,

cresciuto tra le promesse,

vissuto nell’infinito.

V.

(quella a destra sono io!)

Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 26 commenti

Giorno 8. Un libro che consiglieresti

Divertente, romantico, si imparano un sacco di nomi su malattie assurde! Nel caso non si fosse capito adoro i libri in cui si parla di malattie mentali e affini!

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Giorno 7. Il libro che ti descrive

Veronica decide di morire.

È difficile spiegare perchè, ma lei è un po’ me. Ho letto questo libro tempo fa, in un periodo non proprio facile. La riscoperta della vita da parte di Veronika è stata anche un po’ la mia riscoperta. Ho amato questo libro, ho amato lei.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , | 28 commenti

I don’t want to live on this planet anymore!

Raramente riescono a farmi incazzare,ma la follia della gente non ha limiti. Al discorso che vi sto per copiare ed incollare,farò due semplici premesse:

  1. Ciò che ho scirtto non l’ho scritto per difendere la categoria dei medici (che conta tra le file numerose teste di cazzo), alla quale un giorno vorrei appartenere,ma per difendere il buon senso
  2. Non ho nulla contro l’omeopatia e medicine alternative. Ognuno è libero di curarsi come meglio crede. È sempre il buon senso che manca.

[Il post de LA GENIACCIA (con la quale mi scuso per averle intasato il blog) trattava di ciclo e miti degli uomini riguardanti il suddetto]

le mestruazioni sono una manifestazione di catarsi purgativa, il corpo intossicato si svuota dalle sue tossine, non avviene anche nel maschio perchè non deve procreare, ci sono donne che seguono diete vegane o heretiste o altre che non hanno mestruazioni restando comunque fertili anche molto più di te, le mestruazioni sono una collateralità del benessere e di una dieta sballata, spacciate per normalità dal cartello dei medici che deve vendere pillole anticoncezionali, antidolorifici e o comunque annaspa in una condizione d’ignoranza costituzionale voluta dalle multinazionali, il mestruo come cancro, aids, vaccini, è un business.

V.

Carissimo UomoADondolo io dubito fortemente siano fertili queste donne, dato che il loro utero,senza mestruazione,è solo un ammasso di tessuto in putrefazione in cui un ovulo fecondato non si attaccarebbe MAI.
Secondo te il ciclo sarebbe dovuto a una dieta non sana?! Ma hai mai sentito parlare di ormoni?
E comunque non è vero che l’uomo non deve procreare! Non so se sai come nascono i bambini,ma a fare le cose generalmente si è in due! E poi,mi spiace deluderti,ma un ciclo lo avete anche voi (anche se non così evidente come il nostro),come credi che si formino gli spermatozoi?Grazie ad una dieta vegana?

V.,un futuro medico.

UomoADondolo

sei ancora in tempo x cambiare il tuo futuro, la medicina non è una scienza, siete dei naive empiristi già dopo anni di esperienza post laurea e specializzazione, figuriamoci tu che non sei neanche laureata, invischiata fino al collo nella carta moneta nella quale le bigpharma vi tengono, in accordo con i vostri baroni che scrivono i testi, è da 50 anni che curate il tumore con le stesse fallimentari terapie brevettate, fate un giuramento che all’oggi, Ippocrate, propaggine aristotelica, non ha alcun senso dato l’avvento della scienza moderna Cartesiana che pone il dubbio come inizio di saggezza, non sapete chi siano stati personaggi illustri come Linus Pauling, Stone, l’omeopatia è la medicina a più alto tasso di scientificità, insieme alla psicanalisi, il resto allopatico morboso rstituisce convalescienti a vita, siete una categoria ad alto rischio di parkinson costituzionale, galleggiate sull’ignoranza della gente che si fa maneggiare come maiali all’ingrasso, senza cortisone ed antibiotici sareste alla canna del gas. Siete un’armata brancaleone che rotola come una slavina verso l’abisso dell’incompetenza, un santone, un prestigiatore è un guaritore più capace e nobile di voi allopati. Auguri.

V.

1. Mia madre sta facendo una cura omeopatica e non ha portato NESSUN risultato.
2.Mi sembra che tu abbia un innato odio per le aziende farmaceutiche che posso anche capire per carità, ma dire che la medicina non è una scienza mi sembra assurdo. Malattie come rabbia,vaiolo,peste, solo per citarne alcune, sono da tempo state debellate. Le prospettive di vita delle persone sieropositive sono di gran lunga migliorate. Non ci sarà una cura per il cancro, ma di certo le possibilità di guarigione sono nettamente aumentate. Tutto ciò di certo non grazie all’omeopatia, ma grazie ad una ricerca scientifica in campo medico/farmaceutico/biologico.
3.In ogni caso sei liberissimo di penasarla come più ti fa comodo,criticando chi si impegna per salvare la vita alle persone,dall’alto del tuo piedistallo.
La cosa che mi fa più incazzare è l’ignoranza con cui fai certe affermazioni. Non hai la minima idea di come funzioni il nostro corpo (e a dimostrazione di ciò c’è la tua prima risposta) eppure credi di saperne di più, non di me,ma di chi ha competenze in merito!
4. Spero che quando ti ammalerai (cosa che ovviamente non ti auguro,ma che è plausibile) non verrai a piangere da qualche incompetente dottore.
5. Leggitelo in giuramento,va!

UomoADondolo

prova un po a vedere cosa dice il premio nobel Luc MOntagner sulla memoria dell’acqua(omeopatia) magari ti illumina ma è molto difficile è evidente che tu sia inquadrata nella farsa “istituzionale” di medicina & potere che ti hanno propinato in università ed in società, non ho nulla di personale nei confronti dei poveri medici che non hanno un identità, se non quella che gli da l’analfabeta servo volontario di tutte le caste, io cogito ergo sum, leggi poi cosa dice Sciacchitano che è una Lacan dei giorni nostri, tra l’altro anche medico, ed infine il 2 volte premio nobel Linus Pauling la sua Medicina Ortomolecolare, e le sue ricerche sulla vitamina C. Vedi io porto testimonianze scienziati, tu t’aggrappi al luogo comune, e a chiacchere da infermiera in autobus portando l’esempio della mamma che si cura con la boiron… sei molto poco scientifica. Nella scienza esistono verità di principio, nella medicina solo verità di fatto, tu non hai neanche quelle a testimonianza della tua spocchia.

V.

Ho i fatti invece dalla mia,che sono più utili dei principi (specialmente se basati su questi ultimi).
Dal tuo lessico e specialmente dalla tua grammatica si evince che l’analfabeta non è il medico.
So meglio di te l’importanza della vitamina C (e anche la E sai!). Pauling ha ricevuto primi nobel per la chimica (per la struttura del DNA) e per la pace (nulla a che vedere con ciò di cui parla). Per quanto riguarda la vit C credeva che l’uso massiccio di questa potesse guarire o comunque favorire la guarigione dal cancro. I suoi esperimenti al riguardo sono stati più volte ripetuti,senza successo. Tu che idolatri il metodo scientifico saprai bene che la ripetibilità dell’esperimento è condizione fondamentale.

UomoADondolo

si wikipedia è utile per salvarsi in corner sulla milionesima cosa che ignori, purtroppo sono notizie anche quelle traviate ed accennate, e che continuerai ad ignorare nonostante la culturaccia(immaginifica) dottrinale da bignami di medicina… non m’interessa proseguire oltre, come Shopenhauer disse una volta “L’intelligenza è invisibile per l’uomo che non ne possiede”. ti lascio grammatica e lessico… brava magari facessi la maestrina isterica faresti meno danni, sei ancora in tempo per salvare tante vite!! ;)

V.

Wikipedia…l’esame di Biochimica e quello di genitica a qualcosa servono sai? Ti aspetto al pronto soccorso!

UomoADondolo

http://www.sciacchitano.it/Eziologia/Perch%C3%A9%20la%20medicina%20non%20%C3%A8%20scienza.html

“Non ho nulla né contro la medicina né contro i medici, che sono benemeriti della civiltà nella misura in cui proteggono l’individuo e la collettività dagli assalti degli agenti patogeni. Senza medicina, come senza diritto, non esisterebbe civiltà. Medicina e diritto sono per la sopravvivenza umana più importanti dell’invenzione del fuoco, che precede addirittura la comparsa di Homo sapiens. Ciò non toglie una virgola alla loro essenza. ”
Non condivido la questione del potere,ma per il resto non dice cose senza senso per carità. Ma dice cose completamente diverse dalle tue affermazioni. Sciacchitano affronta il problema della scientificità della medicina. Sono bellissime disquisizioni filosofiche, che uno può condividero o meno, ma non mette in discussione l’utilità della medicina,cosa che tu fai. Cosa importa se è una scienza o meno? Sono solo classificazioni,penso sia più importante cercare di salvare delle vite o di alleviare il dolore.

So bene che non dovrei perdere tempo a spiegare certe cose, perchè è tempo perso. Ripeto:ognuno è libero di credere in ciò che vuole e di curarsi come meglio credere. Ma certe affermazioni auto demoliscono la logicità di ciò che sta dicendo. Detto questo: ragazze c’è una soluzione ai nostri dolori mensili! Iniziate a mangiare meglio! Niente più ciclo e tanti bei bambini! Datemi la vostra opinione.

V.,la vostra maestrina isterica

Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 27 commenti

Giorno 6. Il libro più corto che hai letto

  Nessun luogo è lontano, Richard Bach.

Dolcissimo, quasi una favola. Splendidi anche i disegni.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , | 4 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.