30 giorni di libri 30 giorni di me

Giorno 20. Un libro dove hai ritrovato un personaggio che ti rappresentasse.

Vedo che le domande diventano sempre più complesse. A questa (come a molte altre in realtà) non c’è una risposta univoca, quindi vi beccate una sfilza di personaggi con tanto di elenco puntato!

  • Barbara di “Verrà la vita e avrà i tuoi occhi”. Per la sua immensa fragilità e per il suo bisogno di essere salvata.
  • Elisewin di “Oceano mare” . Ha bisogno di toccare la vita, di sbatterci contro per vivere davvero.
  • Rebecca di “Mr. Gwyn” e in generale i personaggi del libro che si fanno ritrarre, perchè si sentono persi.
  • La protagonista di “Brava a letto” per il rapporto con il suo corpo.
  • Ariel Manto di “Che fine ha fatto Mr. Y” per il suo vivere in un mondo parellelo e per altre cose che non vi sto qui a spiegare. Tra l’altro il suo nome è l’anagramma di I’m not real.

Penso di aver finito! E voi? Chi siete?

V.

Annunci
Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Giorno 19. Il libro il cui film ti ha deluso

Premetto che generalmente il film tratto da un libro è sempre una delusione. Gli unici che non rientrano in questa categoria sono: arancia meccanica e Io sono leggenda per il semplice fatto che sono talmente diversi dal libro (specialmente il secondo) da sembrare storie diverse.

Comunque.

Sceglierò per questa categoria “L’eleganza del riccio”. Il film in realtà non l’ho proprio visto: persino l’autrice se ne vergogna! E in effetti come si può trasporre in immagini un libro così “mentale”?!

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 11 commenti

Giorno 18. Il primo libro che hai letto

Esattemente non me lo ricordo,ma credo di aver iniziato con iPiccoli Brividi. Macabra sin da piccola!

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

17. Il personaggio con cui ti vorresti scambiare di posto per un giorno

È un’ora che cerco di rispondere a questa domanda. Potrei essere chiunque, uomo o donna, buono o cattivo, ma non so scegliere. Ho pensato a Renèe Michel (L’eleganza del riccio) per la sua perspicacia, per il suo saper vedere le cose in profondità, molto in profondità. Ma è un personaggio (fisicamente) statico. Ho pensato a Dorian Gray sia perchè mi piacerebbe essere uomo per un giorno per provare l’ebrezza di fare pipì nei posti più disparati, senza troppi problemi. Ma anche perchè potrei fare tutto ciò che voglio senza andare ad intaccare la bellezza esteriore della mia anima. Però di marcire dentro non è che me ne importi molto. Certi personaggi come Rebecca (Mr. Gwyn) o Veronika o Elisewin (Oceano mare) hanno troppi punti in comune con me.

E quindi dopo tanto peregrinare mentale tra i personaggi dei miei libri preferiti ho scelto Elisabeth Bennet,ancora. Perchè è una donna forte, indipendente. Anche la sofferenza l’affronta in modo composto, impeccabile, quasirazionale.Riesce a sopravvivere ad una madre assurda,con ironia e saggezza senza mai cedere ai desideri altrui, sempre rimanendo coerente a se stessa. E poi se la fa con Mr. Darcy, il che non guasta!

Due cose visto che ho ritirato fuori questo libro:

  • Qualche giorno fa ho rivisto “Il Diario di Bridget Jones” . E sono rimasta un po’ scioccata. Nonostante l’abbia visto parecchie volte non mi sono mai accorta che la trama fosse identica ad Orgoglio e pregiudizio! Colin Firth si chiama pure Mr. Darcy! Ve ne eravate mai accorti?
  • Vi consiglio oppure non vi consiglio (sono ancora indecisa) questa versione del libro, che lessi tempo fa solo perchè avevo voglia di rileggermi Orgoglio e pregiudizio. È una stupidata, anche se in America ha avuto un grandissimo successo.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 20 commenti

Giorno 16. La tua copertina preferita

In realtà la copertina non è che sia bellissima, ma è vissuta ed essendo un libro usato (e anche molto!), non è stata vissuta solo da me, ma anche da altre persone. Occhi diversi sulle stesse parole, sulle stesse pagine.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Giorno 15. Apri il primo libro che ti capita tra le mani ad una pagina a caso e inserisci la foto e la prima frase che ti salta agli occhi.

Tratto da “La settima onda”, Danile Glattaeur.

“Ogni lettera dell’alfabeto che esce da te mi fa l’occhiolino, così, così, così,ora così,poi così, qindi così. Ogni sillaba ha il tuo sguardo.”

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Giorno 14. Il libro che stai leggendo

Sono molto veloce a leggere, per mia sfortuna! Quindi metterò:

  e il suo seguito

È una splendida storia d’amore, in forma epistolare. È avvincente e veramente ben scritto, riesce a definire il carattere e le personalità dei due protagonisti egregiamente, senza dover mai ricorrere a descrizioni, ma utilizzando solo discorsi. Una storia d’amore fatta di parole.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 14 commenti

Giorno 13. Il libro che in questo momento hai sulla scrivania

Ho finito di leggere questo libro due giorni fa neanche e mi ha lasciata turbata. Appena finito ho dovuto buttare giù qualche riga, che vi riporto qua sotto. Sono pensieri strampalati. Inultile dire che,anche se l’inizio mi ha lasciata perplessa, alla fine si è rivelato uno dei libri migliori di Baricco.

Riemergo da un pomeriggio di aria condizionata e lettura. Mi sembra di aver trattenuto il respiro per più di due ore. Anche adesso sento l’ aria entrare ed uscire con difficoltà, con tremenda pericolosa lentezza. Non so bene di cosa parlare, con quale assurdo sproloquio annoiarvi ancora e ancora. Mi sento ferita. Ferita da un libro. Non so neanche perchè mi abbia fatto quest’effetto, è meraviglioso, è geniale nella sua semplictà. Un po’ pirandelliano, forse.

Mi ha ferita, mi ha distrutta e non so perchè. È qualcosa di così profondo che sgomenta,atterisce.

Capisco, dopo aver sfogliato ancora quelle pagine spesse, che ciò che manca è il contatto, il contatto fisico. Come se qualcuno ti avesse scavato dentro, senza mai nemmeno sfiorarti. Non starete capendo nulla se non avete letto il libro,mi spiace. Vorrei che qualcuno mi riportasse a casa.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 14 commenti

Giorno 12. Un libro che non ti stancherai mai di rileggere

Ovviamente avrei voluto mettere Oceano mare, ma sarebbe stato un po’ assurdo ripetermi con tutti i libri belli che ci sono.

È un libro che si legge con il caldo soffocante di questi giorni, con buona musica in sottofondo. È un libro molto rock ‘n’ roll, un libro per chi deve dimenticare qualcosa o qualcuno.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , | 9 commenti

Giorno 11. Un libro che prima amavi e ora odi

Non ce ne sono. Perchè un libro o lo ami o lo odi e siccome nella sua perfezione (o imperfezione) resta immutato, lo restano anche i miei sentimenti. Quindi cambierò la domanda in: un libro che odi? In realtà non odio il libro, ma l’autore. Mi sta immensamente sulle palle. Caro Bukowski orge, necrofilia,tette e altro non impressionano proprio nessuno!

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , | 12 commenti

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.