Sul filo del caos.

Ricerchiamo spasmodicamente l’equilibrio,lo vediamo come punto d’arrivo,come scopo giustificatore delle nostre azioni,come sinonimo di felicità. Ingannevole illusione che ci spinge a comprare riviste e manuali d’autoaiuto,ricolmi di insegnamenti e regole per raggiungere una stabilità emotiva,lavorativa,sessuale,economica,intestinale,sociale. Distribuiamo così,con grande fatica e dedizione,tutti i pesi della nostra vita,disponendoli in modo che non ci schiaccino:questo, chiamiamo equilibrio. Arrediamo la nostra esistenza calcolando il peso specifico di ciascuna emozione,collochiamo ordinatamente le occasioni come polverosi suppellettili,valutiamo con pidocchiosa avarizia il costo di ogni nuovo arredo.

E,ammesso che all’equilibrio ci arriviamo,tutto dovrà rimanere così,immutato. Fermo. Statico. Ma la vita va avanti,la Vita scorre,la Vita dà e toglie. E tu te ne resti li,in equilibrio,perpetuando un’immobile lotta per mantenerlo. Non puoi togliere nè aggiungere nulla-se non in egual misura- o i pesi e contrappesi non saranno più disposti con maniacale efficacia e ti schiacceranno. L’equilibrio dovrà essere ricostruito ancora e ancora e ancora.

Io scelgo il caos.

Scelgo quell’informe e tumultuoso tutto,in cui le grandezze della vita si dispongono senza ordine nè baricentro. Scelgo il caos dove le parole non dette pesano quante quelle urlate,dove l’aggiunta e la sottrazione non comportano cedimento,ma solo aumento o diminuzione;dove la recisione del contrappeso legato ad una persona non provoca il collasso,ma solo un tonfo e tutto rimane disordinatamente inalterato.

v9 007

V.

Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 54 commenti

Navigazione articolo

54 pensieri su “Sul filo del caos.

  1. firesidechats21

    L’equilibrio che descrivi è un qualcosa di statico. L’equilibrio vero, quello “sano”, è dinamico, va costruito e ricostruito ogni giorno, riadattandolo ai nostri continui cambiamenti e a quelli dell’ambiente che ci circonda. Un’opera immane e faticosa, è vero.

    Ma il caos ti seduce e poi ti abbandona, il caos ha dalla sua esclusivamente il fascino della semplicità. E nient’altro.

    • Un’opera immane e faticosa si,a volte mi sembra pure inutile. Costruire,distruggere,ricostruire,distruggere di nuovo.All’infinito.
      A volte c’è solo bisogno di semplicità.

  2. (Per l’equilibrio intestinale bastano enterogermina e fermenti lattici)

  3. O________O

    cosa mi hai scritto amicicia…

    • Perchè?Ho fatto qualche orribile errore grammaticale?

      • -.-”

        non dico altro :O ma dai, hai scritto un bel post, faccio i complimenti e tu… “ho fatto qualche orribile errore grammaticale?”

        Sei proprio una donna!😛

      • Perchè nella mia testa ho letto il commento con la tua (immaginaria)voce ed è venuta fuori una roba tipo nazigrammar!😀

      • Non ho accento tetesko!!!😀😛

      • Ma lo so!! Era più un ‘ehi signorina si scrivono queste nefandezze?!’

      • Come lo sai?!😀 smetti di controllarmi via webcam!!!! O_O ahahahahahaha😄
        😛

  4. io ultimamente non peso o misuro nulla. butto tutto lì, dentro, finchè non si riempie.
    tutto un caos di roba, di ricordi, sogni e passioni.
    come i libri e le riviste ammassate su ogni spazio orizzontale di cas mia.
    le pareti inizio ad addobbarle adesso.
    il caos è movimento. anche se la continua ricerca di equilibrio lo è.
    però io sono per il caos. o il caso.
    🙂

    • E se uno nasce metodico? Avete una ricetta per curarmi?
      Perchè, seppur non si direbbe, io sono di quelle rigide, sempre pronte a misurare tempo, spazio e a darmi rigorosamente in modo ordinato.
      A.A.A. Cercasi caos da cui partorire quella famosa “stella danzante”.

    • “tutto un caos di roba, di ricordi, sogni e passioni.” È proprio questo che intendevo,un insieme di cose dove si trova tutto e niente!

  5. Il quadro di Pollock (è lui?) è un’ottima esemplificazione del post

  6. In realtà trovare l’equilibrio è abbastanza semplice, una volta scritta la matrice di equilibrio, il problema sta nello studiare il sistema per piccole vibrazioni.

    • Se tolgo “una volta trovata la matrice” (per pura orticaria verso tali cose)in quello che hai scritto,lo trovo un pensiero davvero profondo.

      • La verità è che molti più discorsi ingegneristici di quelli che pensi se leggermente modificati possono essere visti come pensieri molto profondi.

        O forse sono io che non ce la faccio più.

      • No sono d’accordo. Peccato che io nella matematica,come nella vita,non ci abbia mai capito un tubo!

      • Si, ma anche io che di matematica un minimo ci capisco della vita nada.

      • Uno su due mi sembra buono.
        Mi costruisci una navicella spaziale?

      • Dipende da dove vuoi andare.
        Se vuoi andare all’altro mondo dovrei riuscirci.

      • Ahahah io puntavo alla Luna,per esempio,ma mi accontento (?)

      • La luna non c’è niente.
        Se aspetti un po’ trovi i cinesi che fanno le foto però.

      • Ahahah! I giapponesi fanno foto,i cinesi ci aprono negozi di cineserie!

  7. da assoluto adoratore del caos non posso che condividere, che l’entropia sia con te😉
    in fondo l’equilibrio è solo uno stato forzato e innaturale
    abbraccione

  8. E chi l’ha mai cercato l’equilibrio?!

  9. Per uno come me che aspira all’equilibrio, il caos, o il caso è la condanna. O forse la benedizione. Vita amorosa, contratti col datore di lavoro, intestini e perfino le piscine sguono la logica del caos. Ma caos, non vuol dire per forza disequilibrio. Il caso talvolta fa del caos la forza che ti tiene insieme, e piano piano cominci ad aspirare (o sperare) che questo caos rimanga in equilibrio tra le pieghe del caso della tua vita.
    …miiii che trip!!!🙂

  10. Mi piace il post. E il quadro.

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: