Sei pur sempre mia madre

Sento la porta di casa aprirsi,i tuoi tacchi calpestano sicuri il marmo di casa. Seguo il loro rumore per un po’ senza dire nulla,apetto nascosta sotto le coperte con il corpo che brucia per la febbre. Ed inizi a gridare. Non ho fatto nulla,oggi. I piatti sono ancora da lavare,il frigo è vuoto e la lavatrice aspetta di essere riempita. Urli da un capo all’altro della casa,ma le tue parole si confondono con quelle dette tanti anni fa. Eravamo nella mia stanza e tu tiravi fuori dall’armadio,gettandoli sul letto,i miei vestiti. E non capii subito cosa volessi fare:vedevo volare i jeans stracciati,le mie gonne lunghe e nere,la mia maglietta dei Nirvana due taglie più grandi. E ti guardavo,senza dire niente-perchè non trovavo nulla di sensato da dire-sino a quando non gettasti tutto in un sacchetto. E gridai io,quella volta. Che quelli erano la sola cosa che avevo per nascondermi,per essere me,per non essere come gli altri. Ma tu continuavi a gettarli via,dicendo che mi faceano ancora più grassa di quello che ero,che nessuno sano di mente si sarebbe sognato di andare in giro così. Avevo 15 anni e non sapevo come nascondermi,dove nascondermi. Ma tu eri sorda -la sei sempre stata-alle mie ragioni. Hai sempre voluto una figlia che in realtà non esiste.

E gli anni sono passati,i vestiti sono diventati più stretti e più alla moda.Proprio come volevi tu. Sono sempre maschere,non lo vedi?Cambia solo il colore. E ci sono volte in cui ho bisogno di sentirmi le ossa,di sapere che sono li:la clavicola,le coste-si riescono quasi a contare-e le ossa iliache,le mie preferite,quelle per le quali lotto da una vita contro il mio corpo. E sono li. Ci sono. Anche ora,sotto la pelle che scotta,sotto le mie dita incredibilmente gelate. “Perchè non ti metti questi pantoloni?” “Perchè sono quasi due taglie in più.” “Ti metti una cintura” “Ma mi starebbero larghi nelle gambe,sembrerei più grassa di quella che sono” “Di certo non hai le gambe più magre delle mie!” Ossa. Eccole.

E non sono abbastanza brava.

Abbastanza intelligente.

Abbastanza capace di fare qualsiasi cosa.

Non ho interessi.

Non faccio sport.

Faccio troppo sport.

Non faccio mai nulla.

Passo le giornate a guardare il soffitto.

Non esco mai.

Esco troppo.

Mi lavo troppo.

Non studio mai.

Studio sempre.

Mangio troppo.

Mangio troppo poco.

E che sei pur sempre mia madre. E io faccio i salti mortali per essere all’altezza. Per essere un’ adulta responsabile da quando ho 17 anni,a consolarti,a consolarmi,a consolare tutti. E ci provo ad essere una brava madre (di figli non miei),una brava figlia,sorella,studentessa,amica,fidanzata,nipote,vicina,cliente,casalinga,lavandaia,elettrice,cittadina…

Sei pur sempre mia madre,ma ho la febbre. Oggi sarò solo V.

Come sempre,

imperfetta.

Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 44 commenti

Navigazione articolo

44 pensieri su “Sei pur sempre mia madre

  1. genitori… genitori insoddisfatti di sé stessi. non si rendono conto di quanto male facciano ai figli, ti capisco.

  2. firesidechats21

    Ti voglio bene.

  3. Mi sembra quasi “Io sto bene” dei CCCp

  4. Le parole si riflettono come al solito alle mie, però mia madre non centra… mio padre cambia parere in base al suo umore: se è contento sto sempre a studiare, se è arrabbiato (85% delle volte) dice che non studio mai, idem per le uscite e tutto il resto. Ma aggiungo che criticava anche la mia ex (mary) e critica ancora il mio gruppo… Ora mi viene da ridere perchè una volta, mentre stavo studiando, diceva che non mi vedeva mai studiare xD diciamo che era felice ma incazzato di esserlo (?)… va bè lascia perdere, mi sono arreso nel cercare di capirlo xD

    • Il fatto è che di tutte le cose che ho elencato mia madre non è mai contenta di nulla!
      Mi spiace comunque,questi genitori sono assurdi!

  5. non mi piace. un abbraccio. anzi facciamo due. anzi tre che due è un brutto numero.
    ema

  6. Insieme ad un abbraccio di sostegno e comprensione, ti mando anche questa… secondo me, dentro, nascosto, ben visibile, c’è qualcosa che potrebbe essere perfetto per te.

    • Oh the innocence broken with lies.
      We’re different behind the eyes.
      We’re safe tonight

      Grazie,questa canzone è bellissima!

      • 🙂 figurati. Mi sembrava giusto “donartela”. Ci sono canzoni che sono un piccolo cerotto, altre, invece, arrivano al momento “giusto” e hanno potenzialità inespresse. Questa ha delle cose fantastiche nelle lyrics.

        I know I was born and I know that I’ll die
        The in between is mine
        I am mine

  7. Da figlio ti capisco benissimo (con mio padre è stato è e sarà sempre così).Da genitore però capisco (non approvo, ma capisco) tua madre. Perché con i figli uno cerca sempre di evitare di fargli fare gli errori che hai fatto tu. Però è sbagliato, perché ognuno deve avere la possibilità di…sbagliare di suo! Un po’ quello che volevo dire qui
    http://giacani.wordpress.com/2013/10/24/restituire-responsabilita/

    • Hai perfettamente ragione,nel tuo post.
      Ma la mia è una situazione un po’ diversa. Lei non cerca di non farmi fare errori,lei cerca…non so nemmeno io di fare cosa!

      • Chi lo sa…magari a modo suo invece, forse vuole proprio questo. Tu prova a buttargliela lì….mamma, che ne pensi dei fiori finti😉

  8. Comunque bellissimo pezzo il tuo!

  9. solounoscoglio

    ciao V. sai come la penso, vero? coraggio, che sei bellissima!

  10. altamarea14

    Ti capisco e lo sai. Anche adesso che è quasi un anno che vivo fuori casa, sto mettendo su casa nuova, lavoro, ho cambiato la macchina con i miei soldi e anche se non ho uno straccio di giorno libero dal lavoro per i prossimi 10 giorni causa ferie altrui mi sbatto come una matta nella pausa pranzo per riuscire a fare tutto… non basto… non basta mai e anche se sembro dura e menefreghista fa sempre male. Un abbraccio cara V.

  11. Mia madre è una santa. Sebbene di motivi per lamentarsi ne avrebbe, mi taglia la mela dopo pranzo e mi porta il latte al cacao mentre sono al pc, pur alla mia veneranda età di 26 anni!

  12. Ed ecco perchè a 21 anni ero fuori casa xD

  13. Nuvola Rossa

    Ma tua madre e mia madre sono sorelle separate alla nascita?🙂
    Sto scherzando. E’ difficile capire una situazione attraverso poche parole scritte che altro non sono che uno squarcio che permette di vedere per una manciata di secondi nella vita dell’altro e in questo caso, nella tua vita. Non giudico nessuno però forse questo concetto che ti vado a inculcare, che forse gia sai, che forse hai gia capito ma non lo dici, o forse non te lo ha mai suggerito nessuno. Ma se lo capisci ti salverai. Ti salverai da una serie di seghe mentali che a me stavano distruggendo nel vero senso del termine. Qualsiasi cosa tu farai ancora e ancora non andrà bene non perché tu sia sbagliata, tu potresti pesare 139 kg oppure farti mettere in un corso di riabilitazione per anoressia. Potresti vestirti di nero, partecipare al guinnes dei primati come la donna più tatuata del mondo, oppure farti suora e pregare dalle 3 e mezzo del mattino fino alle 21, non andresti bene. Poi però trovi un vecchio paio di scarpe appartenute a tua madre le indossi e a lei brillano gli occhi. perché? Perché lei in quel momento ti vede la sua copia. Capito il meccanismo? Lei ti vuole uguale a lei, sei “sbagliata” secondo lei perchè non sei la sua copia. lei non lo ammetterà mai, così come non lo ammetterà mai mia madre. Ma tu sei V. intera, integra in te stessa e nella tua personalità, V. é V. e non si cambia, V. non è Nuvola, V. non è tizio, non é caio, perché dovresti essere altro da cio che sei? Tua madre non è cattiva, così come non lo é la mia ma ha quella personalità adolescenziale che vorrebbe segretamente rapportarsi a te come sua pari, una mamma sorella, una mamma amica, ma la mamma non é sorella, una mamma non é amica, una mamma é mamma. Quando lei torna a casa e tu hai la febbre, non comincia a gridare perché sia perfida o cattiva, cosa fa? Si distrae su quello che c’é da fare in casa perché non ce la fa, non ce la fa emotivamente ad avicinarsi e a dire “Come stai?” sembra paradossale, ma é così. Non c’è nulla che non vada in te V. sei perfetta così come sei, quando la senti gridare non é perché non vede se, grida perché non vede se stessa, ma quello..é un problema suo.

    • Questo tuo commento mi è piaciuto un saco e ti ringrazio!🙂

      Lo so che non potrò mai essere come lei mi vuole,è impossibile. Solo che fa-non sempre,ma a volte si-male,perchè io ci provo e gli sforzi non vengono apprezzati.
      Mia madre vuole essere mia amica,mia sorella,è sempre stato così. Ma non mi vuole uguale a lei secondo me. O meglio mi vuole uguale nei suoi errori.

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: