Giorno 13. Il libro che in questo momento hai sulla scrivania

Ho finito di leggere questo libro due giorni fa neanche e mi ha lasciata turbata. Appena finito ho dovuto buttare giù qualche riga, che vi riporto qua sotto. Sono pensieri strampalati. Inultile dire che,anche se l’inizio mi ha lasciata perplessa, alla fine si è rivelato uno dei libri migliori di Baricco.

Riemergo da un pomeriggio di aria condizionata e lettura. Mi sembra di aver trattenuto il respiro per più di due ore. Anche adesso sento l’ aria entrare ed uscire con difficoltà, con tremenda pericolosa lentezza. Non so bene di cosa parlare, con quale assurdo sproloquio annoiarvi ancora e ancora. Mi sento ferita. Ferita da un libro. Non so neanche perchè mi abbia fatto quest’effetto, è meraviglioso, è geniale nella sua semplictà. Un po’ pirandelliano, forse.

Mi ha ferita, mi ha distrutta e non so perchè. È qualcosa di così profondo che sgomenta,atterisce.

Capisco, dopo aver sfogliato ancora quelle pagine spesse, che ciò che manca è il contatto, il contatto fisico. Come se qualcuno ti avesse scavato dentro, senza mai nemmeno sfiorarti. Non starete capendo nulla se non avete letto il libro,mi spiace. Vorrei che qualcuno mi riportasse a casa.

V.

Categorie: 30 giorni di libri 30 giorni di me | Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , | 14 commenti

Navigazione articolo

14 pensieri su “Giorno 13. Il libro che in questo momento hai sulla scrivania

  1. È qualcosa che c’entra col nazismo e la magia. Di Galli. Interessante.

  2. eh ma allora devo leggerlo! Lo abbiamo in negozio da un’eternità, ma l’ho solo guardato con sospetto da lontano, pensando non valesse granché.. domani lo prendo!😀

  3. Posso solo dire …già…condivido le tue sensazioni.Mi son riletta le ultime pagine,per afferrare un senso,noi non siamo un particolare,noi siamo l’intera storia.Questo mi ha spinto a riflettere,al mio soffermarmi su spicchi di torta,attimi di vita lunghi,ma brevi e l’insieme non riesco a vederlo mai.Vorrei trovare anche io qualcuno che mi riportasse a casa…

  4. ah per la cronaca, il libro che ho io adesso sulla scrivania è “7 giorni con la zona”, l’ennesimo “capolavoro” su una qualche dieta a caso che mi è stato prestato ma che non ho ancora degnato di uno sguardo O_O

  5. “Il torto del soldato”. Meraviglioso come qualsiasi cosa scritta da Erri De Luca.

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: