Endorfine,muscoli e grasse risate

Tornare in palestra dopo qualche settimana di vacanza all’insegna dell’ozio ti fa sentire in colpa tanto quanto essere andata a mangiare “un boccone” da tua nonna. Qualche giorno fa io e C., armate di scarpe da ginnastica che non vedevano la luce da giorni,decidiamo di riprendere il nostro allenamento. Durante il viaggio in macchina immaginavamo il nostro rientro trionfale.Fighissime nella nostra tenuta sportiva,occhiali firmati in testa,passo sicuro e a rallentatore come nei film ci avviciniamo all’ingresso. Scorriamo la tessere magnetica e improvvisamente una stridente sirena inizia a suonare sormotata da una voce metallica che annuncia:”Attenzione!Allarme ciccione!Allarme ciccione!” E ridevamo allegramente a questa scena tragicomica. Si,si ridi ridi.

Arrivate,meno fighe del previsto,entriamo e salutiamo le signorine all’ingresso sempre iper truccate e magrissime.In contemporanea strisciamo la nostra tessera magnetica…nessuna luce verde compare.Stirscia di nuvo.Di nuovo.Di nuovo.Ti prego.Niente, lo sportello non si apre a nessuna delle due. Si dice che quando qualcuno è in punto di morte, tutta la  vita gli passi davanti agli occhi. In quel momento nella mia mente si susseguivano immagini di cibi meravigliosi e squisiti che non avrei dovuto mangiare. Si stava creando una piccola coda dietro di noi. “Rinuncerò alla pizza per sempre!Bè,almeno per due mesi poi vediamo”.Mentre pronuncivo questo fioretto mentale la ragazza all’ngresso si accorge del nostro poroblemino e ci dice di non preoccuparci: avevamo solo bisogno di una nuova tessera perchè la palestra era bla bla bla. Potevo continuare a mangiare la pizza. Bene.

Iniziamo dal tapis roulant che amiamo immensamente. Facciamo dai 30 ai 40 minuti in modo da poter chiaccherare beatamente,con tutta la gente attorno che ascolta i fatti nostri. Il personal trainer si avvicina (per chiderci di fare mezz’ora di adominali.Mica l’ha ancora capito che non ne abbiamo la minima intenzione!) e siccome C. tiene un volume di voce piuttosto altro, capita spesso che faccia delle bellissime figure. L’ultime è stata girdare: ” Io sono stata la sua nave scuola”,mentre il poveretto,timidamente,le si avvicinava.

Dopo la mia scalata sul tapis roulant passo a fare un po’ di pesi sola soletta. Noto che gli strumenti che di solito utilizzo sono stati spostati. Sono questi dettagli che ti fanno capire quanto la tua assenza sia stata prolungata. Li hanno avvicinati pericolosamente alla zona “maschi”. Questa zona è popolata esclusivamente da individui di sesso maschile,che passano ore e ore a rafforzare i muscoli con tremendi aggeggi che io non saprei neanche come utilizzare. Insomma è la parte dei fighi. Un po’ intimidita inizio i miei esercizi ed ecco che subito i machos di turno che iniziano a mettersi in mostra.

Sono tremendamente sudata,i capelli raccolti,probabilmente puzzo anche un po’,ma sto qui non la pianta di fissarmi. Allora maledico il momento in cui ho deciso,innocentemente,di mettermi quella maglia troppo scollata. Ragazzi!Sono solo delle tette!Mah! Il tizio tamarrissimo inizia a mettersi in mostra tirandosi su e giu dalla sbarra con la sola forza delle braccia. Mh. Bella tartaruga,sicuramente con un sacchetto in testa la valorizzeresti di più!Amo essere così acida. Specialmente quando sto sforzando i mie tricipiti e bicipiti. A fianco a me si siede un altro ragazzo che mi sorride. Ricambio,con lo sgurdo che dice:”Non ti sognare di attaccare bottone o alzo il braccio così scappi”. Non sono una di quelle che se la tira,davvero. Penso solo che ci siano momenti più o meno adatti per conoscere gente. Al di là del fatto che non mi interessa fare certe conoscenze,la palestra non mi sembra proprio il luogo più consono visto l’olezzo che circonda tutti quanti. E la mia faccia paonazza.

Raggiungo la mia amica e con uno sguardo d’intesa,ci dirigiamo verso lo spogliatoio. Ovunque ci sono poster con scritto.” Are you ready to get wet?” . E noi ridiamo per il doppio senso come due dodicenni che ceracano le parolacce sul vocabolario. E’  probabile che la maggior parte della Kcal che consumiamo se ne vadano più con le risate che con gli esercizi!

Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , | 7 commenti

Navigazione articolo

7 pensieri su “Endorfine,muscoli e grasse risate

  1. Ahhhh se solo tutti la pensassimo come te…allora anche io mi iscriverei in palestra!!!

    • All’inizio ero scettica anche io sull’argomento palestra. Ma ti consiglio di provare!E’ un ottimo posto per farsi due risate sull’assurdità della gente!

  2. La palestra mi annoia, specialmente gli attrezzi… molto meglio i corsi😉
    Molto divertente però il tuo racconto, mi fa tornare la voglia di frequentarla di nuovo, se poi trovo tipe stile voialtre dentro…

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: