Sex is in the air

Oggi avevo voglia di scrivere, ma non trovavo l’argomento giusto. Analizzando un po’ la mia vita in questi giorni in cerca di qualche spunto mi è subito saltato all’occhio come ultimamente “Love is the air” , anche se più che love è sex. Ormai fa caldo e l’ormone inizia a galoppare: l’ eccitazione/disperazione di espletare le proprie funzioni riproduttive manda la gente un po’ fuori di testa.  Ammetto di essere stata colta anche io in passato dalla sindrome della zoccola acuta, patologia che si manifesta prettamente in periodo estivo, ma ora avendo “la pappa pronta” trovo estremamente divertente osservare con occhi “esterni” il rifiorire degli ormoni. Sarà che ho passato la giornata a leggere libri su Dalì (dovendo andare nel week end a Roma a vedere una mostra a lui dedicata) e quindi mi sento particolarmente “eccitata” all’idea di parlare di questo argomeno davvero così poco comune! 🙂

Adoro vedere i miei coetanei cercare una meta opportuna per le loro vacanze. Ho sempre considerato il viaggiare prima di tutto come un modo per scoprire il mondo in cui viviamo e magari imparare qualcosa. E questo lo pensavo anche da single. Il più dei miei amici/amiche non hanno una relazione e quindi il loro significato di viaggiare risiede più che altro nell’incontro con il numero più elevato di lingue. In poche parole: “Va dove ti porta la patata”. Ovviamente il discorso è reciproco, anche se noi donne tendiamo a mascherare questa tendenza al “turismo sessuale” (concedetemi il termine!) con l’etichetta “vacanza per sole donne”. Si come no.

La meta preferita di noi ggggiovani è indubbiamente Ibiza, metafora e simbolo di ciò di cui sto parlando. E’ una meta abbastanza dispendiosa specialmente per quanto riguarda l’aereo, ma qualcuno penserà:”Chissà quante cose belle ci sono da vedere!”. Queste fantomatiche bellezze sono in realtà fantasmagoriche discoteche in cui l’ingresso costa dai 50 euro in su. Che poi (pensando ad alcuni individui in particolare) mi chiedo perchè debbano spendere così tanto per andare a prendere un due di picche in un altro stato.

Ma parlando di vacanze si guarda troppo in avanti. Prima bisogna andare in palestra! Ovviamente tutti presi dell’ansia della prova costume (bè si anche io!) si gettano, appesantiti dal letargo invernale, su strumenti di tortura quali tapis roulant,pesi e panche per addominali. La palestra in realtà è un capo d’allenamento in tutti i sensi. Uomini che mettono in mostra bicipiti perfetti e donne che non sudano mai, dico mai e mettono in mostra il loro fisico già perfetto per misurare l’effetto sul popolo. Ovviamente parlo di una ristretta elite, quell’elite che alla prova costume ci arriverà preparata davvero. Poi ci sono persone, come la sottoscritta, che in palestra sudano (e anche tanto) e che si impegano all’ultimo minuto giusto per dire “bè io ci ho provato, sarà per la prossima estate!”.

Guardo fuori dalla finestra e vedo piumini (anche voi li chimate così?Sono quei robi bianchi) volteggiare nell’aria. Polline. Voi sapete cos’è il polline? Ecco: se guardate fuori dalla finestra non vedrete altro che i fiori fare sesso in una sorta di perversa modalità wireless!

Colta da tempesta ormonale ho pensato a persone,reali o immaginarie,con le quali in un universo parallelo andrei a letto.

  •  Mr. Darcy (orgoglio e pregiudizio). A mio avviso l’uomo perfetto!
  • Alessando Baricco. Se a letto è bravo almeno la metà di come scrive, bè non uscirei più dalla camera da letto.
  • Dylan Dog. E’ sexy e anche se ha una ragazza diversa in ogni fumetto, le ama tutte quante.
  • Baudelaire.
  • Dalì. Vorrei esssere stata la sua Gala.
  • Kurt Cobain. Ok forse scendiamo un po’ nell’adolescenziale,ma…sarebbe troppo complicato spiegare perchè lui.
  • Angelina Jolie. Mi spiace,ma è troppo bella!
  • Steven Tyler (cantante aerosmith)

E voi? Dove vi ha portato ultimamente il vostro ormone pazzo?

V.

 

Annunci
Categorie: Think! | Tag: , , , , , , , , , , , , , | 12 commenti

Navigazione articolo

12 pensieri su “Sex is in the air

  1. Per il momento solo in un sogno. Non con una persona diversa, ma in un luogo diverso. Il giardino di una città… Mah!

  2. tra sogni e sesso e realtà circostante, vai a leggere un pò di libri che ha scritto freud un pò di tempo fa!

  3. Dilan Dog… me lo farei anche io…

    • Ha pure un campanello che invece di fare “din don” urla…come si fa a resistere ad uno così?!

  4. Pingback: Cercami e ti dirò chi sei! « meunexpected

  5. Attraverso i vari linkamenti, ho recuperato qualche tuo vecchio post… “Se guardate fuori dalla finestra non vedrete altro che i fiori fare sesso in una sorta di perversa modalità wireless!” e questa frase mi sta facendo morire dalle risate 😀

Dimmi cosa ne pensi!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: